Questo sito utilizza i cookie che ci aiutano ad erogare servizi di qualità. Utilizzando i nostri servizi acconsenti all'uso dei cookie.
nivo nivo nivo nivo nivo nivo nivo nivo nivo nivo nivo nivo nivo nivo

Chiavetta usb Linux live con AndroidStudio

PenUsbAndroidStudio Nell'Istituto scolastico in cui insegno, la necessità di disporre nei laboratori di informatica di postazioni con Android Studio, possibilmente funzionanti, mi ha spinto a creare una chiavetta usb su cui gira tutto l'occorrente per poter sviluppare con l'ambiente mobile di Google.

 

Ho dovuto effettuare alcune scelte:

Inanzitutto s.o. Linux o Windows ? beh qui la scelta è stata facile in quanto avevo bisogno di un sistema stabile che desse pochi problemi, la scelta quindi è caduta su Linux.

 

Linux live o installato? Per questioni di performance probabilmente la scelta dovrebbe cadere su un Linux installato, ma alla fine, per questioni di semplicità ho preferito una linux live (ottenendo anche il vantaggio di un'eventuale installazione su postazione fissa).

 

Live con dati persistenti o volatili? Non aver la possibilità di salvare i propri progetti non è il massimo della praticità, soprattutto se la chiavetta si candida a diventare uno strumento produttivo. Quindi la scelta è caduta sulla persistenza dei dati. Con i diversi tool a disposizione, p.e. Unetbootin , si ha la possibilità di creare distro live con persistenza molto facilmente. Ma c'è un problema: utilizzando questa tecnica la dimensione massima della partizione che si puo' creare arriva a soli 4 GB, risultando insufficiente ad ospitare un linux  grafico con un minimo di applicativi utili anche all'Office Automation (et altro), Android Studio, Android SDK,  gli aggiornamenti dello stesso e, ovviamente, la jdk ...

Risultava quindi necessario riuscire a creare una partizione di lavoro superiore a 4 GB.

In prima istanza ho provato ad utilizzare mkusb, ma poi ho abbandonato la strada per una soluzione molto più semplice e veloce che trovate qui (ultimo post riferito a  BIOS).

 

Quale distribuzione Linux? Serve una distro "snella" ma abbastanza completa, dopo un po' di prove  ho optato per Xubuntu 18.04 LTS  

 

L'installazione è stata effettuata su una chiavetta USB da 8 GB, per utilizzare chiavette più capienti (consigliato!!!) potete masterizzare l'iso che trovate di seguito e poi ridimensionare la seconda partizione (casper-rw) in modo tale da occupare tutto lo spazio messo a disposizione dalla chiavetta.

E' presente anche una partizione windows di 0.5 GB da utilizzare per csambiare comodamente i dati dalla chiavetta a sistemi Windows (se proprio lo ritenete necessario :(  )

 

Ecco l'iso completa delle tre partizioni (MD5 hash: 17578de4757e244267dbe95858b8eb87  ) ed anche il programma windows per masterizzarla su chiavetta: ImageUSB ma potete utilizzarne anche altri.

 

Buon lavoro!